La qualità…questa sconosciuta! ( quarta ed ultima parte)

Non posso concludere questo mia breve ricerca sulla qualità delle arti tribali, senza parlare di un fattore soggettivo all’apparenza, ma oggettivo, a mio avviso, nella sostanza.
Mi riferisco al gradiente estetico, cioè alla bellezza di un particolare oggetto, come essa è percepita e considerata da chi lo sta valutando.

Appare evidente che questo parametro è il meno oggettivo dei tre presi in considerazione precedentemente, dal momento che non può non riflettere una valutazione estetica personale.

Sebbene personale, però, la valutazione estetica, non è affatto un affare privato a differenza della preferenza, che a ben diritto attiene alle scelte di ognuno.

E’ infatti del tutto evidente che si possa preferire Tiziano a Caravaggio, ovvero Bach a Chopin, de Cervantes a Manzoni, ma questo nulla attiene circa la bellezza o la grandezza letteraria di questi artisti.

Ma allora, come poter valutare la bellezza di un manufatto tribale, al di là delle preferenze individuali?

E’ evidente che, mentre per l’Arte occidentale, la Musica e la Letteratura, infiniti testi di ecfrasi critica sono stati consumati, per la nostra arte, tutto ciò è in divenire ed ogni contributo critico in proposito merita la giusta attenzione.

In realtà, a ben considerare, tra le pieghe della Spontaneità esecutiva e dell’Originalità, già si ravvisano elementi di valutazione estetica ed al riguardo è doveroso far riferimento ad essi.

Per quel che mi riguarda, il mio sguardo non può prescindere da quanto ho già scritto nell’articolo sul Primitivismo estetico, ed ad esso faccio quindi riferimento.

Credo che la bellezza di un oggetto primitivo sia ravvisabile anzitutto nella sua forza espressiva che poi non è altro che il materializzarsi al massimo livello della forza del pensiero creativo dell’artista che ha creato quell’oggetto.

Fang
Fang, Gabon, Courtesy Museo Dapper

L’opera , di conseguenza, è l’espressione di un atto creativo, mai casuale ed anonimo, che condensa le intenzioni e le capacità esecutive dell’artista.
Nell’Arte Africana, sebbene dell’artista si ignori l’identità, questi non è mai anonimo; senza nome è soltanto l’incapacità e l’impossibilità di risalire all’esecutore.
E l’inconosciuto artista non è mai esecutore di un mero progetto tribale frutto di una consolidata tradizione, bensì l’interprete di quella tradizione, capace di rinnovamento e di creatività, pur nell’ambito del canone espressivo e culturale dell’etnia di appartenenza.

pressebilder_kamerun_direct_ParagraphContainerList_ParagraphContainer0_ParagraphList_0012_GalleryImage3
Bamilike, workshop of the Bangwa, Cameroon, Coll. privata

E quando questo avviene al massimo livello, la concentrazione di bellezza è palpabile in un evidente primitivismo estetico che nasce dalla forza del pensiero, da quelle delle mani e dalla fantasia creatrice.
L’immagine di un’opera così concepita si differenzia da un’altra per la sua intrinseca nitidezza, capacità di sintesi, spontaneità e forza, versus un misto di incertezza, sfocatura, ridondanza e ripetizione.
Non c’è vita in quest’ultima opera, soltanto ripetizione di un qualcosa che già preesisteva, di un originale forte ed unico, mai frutto del caso e mai anonimo.

luba2 _ Brooklyn_Museum_22_1454_Kabwelulu_Gourd_Figure_(2)
Luba/Kusu, Congo, Courtesy Brooklyn Museum

Il risultato di un’opera d’arte non ci parla per intensità emotiva, oscure forze primigenie, misticismi di bassa lega, ma per coerente ed originale interpretazione del canone, armonioso disegno esecutivo e grande potenza evocativo/espressiva.
In sintesi, questo è ciò che chiamo Primitivismo Estetico, l’idea cioè destinata ad esprimere con graduazione progressiva, il mio ideale di bellezza dell’opera d’arte africana.

Met (2)
Queen Mother, Ivory Mask, Edo or Bini, Nigeria, Courtesy Metropolitan Museum of Art, N.Y.

( Fine )

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...